PEDAGOGOSTI E PSICOLOGI VOLONTARI ANIPED

INVITO AD ISCRIVERSI: PERCHE FARLO?

Carissima collega, carissimo collega,
ho deciso di rivolgerti l’invito ad iscriverti all’Associazione attraverso gli strumenti di comunicazione e di contatti immediati che il mondo digitale ci mette a disposizione: il sito, FB, mail…  
Il mio invito è legato alla speranza di poter condividere con te la “mission” dell’Aniped che prioritariamente è quella di diffondere la cultura pedagogica e di informare sui possibili percorsi ed inserimenti lavorativi nella realtà occupazionale del nostro Paese. 
Certo di trovare in te un interlocutore attento e sensibile, mi fa piacere mettere in rilievo ciò su cui l’ANIPED si impegna da anni :
1) l’attivazione di reti tematiche (gruppi di lavoro) tra i soci, inclusi coloro i quali, in possesso di altre lauree, operano in ambito pedagogico;
2) la costruzione di specifiche Reti di professionisti e l’individuazione di strumenti idonei a collegarle con la società civile;
3) le collaborazioni con altre Associazioni a carattere pedagogico, Università, Enti ed Istituti di ricerca scientifica;
4) le Audizioni parlamentari nelle Commissioni permanenti di Camera dei Deputati e Senato della Repubblica; 
5) l’attivazione di Dipartimenti di Pedagogia, nelle sue varie declinazioni professionali, all’interno delle Strutture complesse;
6) la consulenza e sostegno legale, fiscale e professionale ai Soci da parte di Specialisti di settore;
7) l’offerta di polizze assicurative a condizioni vantaggiose;
8) l’elaborazione e l’emendamento dell’attuale Profilo generale e delle Carte professionali del Pedagogista, con loro relativa diffusione;
9) il coinvolgimento delle altre Associazioni di pedagogisti per una fattiva sinergica collaborazione finalizzata alla rivendicazione di un ruolo professionale anche in ambito sanitario;
10) le procedure per l’inserimento dell’ANIPED nell’Elenco web del Ministero dello Sviluppo Economico in base ai requisiti previsti dalla legge n. 4/2013 per superare le attuali incomprensibili restrizioni e raggiungere l’ottenimento della certificazione UNI/EN/ISO;
11) l’apertura di sedi ANIPED in tutte le Regioni con un Referente; 
12) il riconoscimento di Istituti/Enti di formazione con requisiti e finalità coerenti con quelli indicati nello Statuto ANIPED;
13) l’accurata selezione di Pedagogisti, di Soci straordinari e di altri Soggetti per l’accesso agli Elenchi professionali nazionali interni dei Pedagogisti, nonché per il conseguimento dell’attestazione professionale di qualità ANIPED di rango privato;
14) il controllo del rispetto del Codice deontologico, redatto da ANIPED, e sorveglianza della condotta del Pedagogista nell’esercizio della sua professione;
15) la promozione di percorsi formativi, diretti ed indiretti e di orientamento professionale e scientifico dei soci;
16) il sostegno al lavoro libero-professionale del Pedagogista nel settore privato;
17) la creazione di occasioni di scambio e confronto culturale, personale e professionale tra i Soci, finalizzate alla condivisione di una Etica della pedagogia. 

Per questi ed altri motivi, sono convinto che l’iscrizione all’ANIPED costituisca un’opportunità per la crescita professionale e personale di ogni Pedagogista che opera nel settore dei servizi alla persona, intesa nella sua globalità.

Gian Luca Belisario
Presidente ANIPED